APPROCCIO DIGITALE IN UN CASO DI LATERODEVIAZIONE MANDIBOLARE

Vai ai contenuti

APPROCCIO DIGITALE IN UN CASO DI LATERODEVIAZIONE MANDIBOLARE

StudioBoschin.it
Pubblicato da dr. Claudio Boschin in Ortodonzia · 1 Giugno 2022


La laterodeviazione della mandibola è un aspetto clinico molto frequente.
 
Le influenze craniche di rotazioni interna ed esterna delle strutture annesse alla base cranica, sono una delle spiegazioni che portano alla formazione di questo quadro clinico.
 
Quello che l’ortodontista deve fare è un percorso terapeutico atto a ripristinare un aspetto fisiologico del nostro tavolato occlusale.
 
 
Pertanto, in associazione ad un trattamento osteopatico, possiamo applicare uno svincolo occlusale mediante onlay in resina nel 2° quadrante, capace di agevolare il lato con la maggiore dimensione verticale (lato destro – lato ipofunzionante).
 
Questi presidi terapeutici progettati digitalmente e successivamente realizzati con stampante 3D risultano uno strumento semplice da utilizzare e poco invasivo per il paziente.
 
Questo approccio funzionale/digitale ha permesso una espansione settoriale a livello del 63 in soli 6 mesi
 
Il riadattamento del 2° quadrante operato anche da una corretta azione linguale è ben visibile nella sovrapposizione dei modelli inizio/fine trattamento.





dott. Claudio Boschin Medico Odontoiatra

Isc. Albo dei Medici e Odontoiatri di Ve n° 0765
V.le Trieste, 146
30026 Portogruaro VE
Hai domande?

Invia una email a

Privacy Policy  |  P.IVA 03227900275  |  Copyright  2020 - Studio Boschin di Dott.Claudio Boschin
Torna ai contenuti